Buona fortuna Lego Turtle!

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Nel luglio 2018 un impiegato del Druid Hill Park di Baltimore trovò una tartaruga per strada con il carapace gravemente fratturato; intuendo la gravità della situazione la portò immediatamente ai veterinari dello zoo, che stabilizzarono il guscio usando piastre di metallo e filo chirurgico.

Le fratture, però, erano anche sotto il corpo della tartaruga e dunque bisognava trovare un modo per stabilizzare entrambe le parti e permettere la ricostruzione del tessuto. Uno degli specializzandi dello zoo, Garrett Fraess, ebbe una geniale intuizione: realizzò alcuni schizzi di una sedia a rotelle su misura per la tartaruga e li inviò ad un suo amico in Danimarca appassionato di Lego, il quale in breve tempo gli inviò tutti i pezzi necessari e le istruzioni per assemblare un'impalcatura a rotelle in grado di immobilizzare e sostenere l'intero carapace.

I gusci delle tartarughe, infatti, sono in grado di rigenerarsi, ma solo se abbastanza stabili; la sedia a rotelle di Lego, dunque, serve per favorire il processo di naturale rigenerazione del carapace.

In poche settimane la tartaruga, affettuosamente soprannominata Lego Turtle dallo staff dello zoo, ha imparato a muoversi con questa "impalcatura", che le permette anche di nascondersi al suo interno, come farebbe con il suo vero carapace, se si sente minacciata.

La tartaruga ha dovuto usare la sua sedia a rotelle in Lego per tutta la primavera 2019 perché la sua specie ha tempi di guarigione più lunghi dei mammiferi e degli uccelli perché il loro metabolismo è notevolmente più lento. All'inizio della scorsa estate l'impalcatura è stata rimossa, ma l'esemplare è stato tenuto all'ospedale dello zoo per monitorare i suoi progressi e consentire alle zampe di rinforzarsi.

Solo dopo un anno, all'inizio di questo luglio, lo staff la ha liberata nel Baltimore’s Druid Hill Park, il suo habitat naturale, dopo averle impiantato un trasmettitore per controllare i suoi movimenti. Perciò, buona fortuna Lego Turtle!

Bibliografia: https://www.google.com/amp/s/www.lastampa.it/la-zampa/altri-animali/2018/10/06/news/tartaruga-con-il-guscio-spezzato-ottiene-una-sedia-a-rotelle-fatta-di-lego-1.34050565/amp/https://www.google.com/amp/s/amp.usatoday.com/amp/5368738002

 

Questo articolo é stato letto: 23 volte

Leggi anche:

Choose your language!
Arabic Chinese_simplified English French German Japanese Portuguese Russian Turkish
Social

Facebook Wstoriadellarte

Twitter @wstoriadellarte

Instagram @wstoriadellarte_

Youtube wsavonainarte

http://www.wstoriadellarte.eu/new/images/youtube-banner-video.png
Lezioni digitali
http://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/1 rin.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/assss.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/goo.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/i soll.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/immmm.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/or.jpg
Utenti online
 133 visitatori online

Con il patrocinio

della Delegazione di Savona

Sito del FAI di Savona

Ora siamo anche su Youtube!

 

Iscriviti al canale dedicato ai beni culturali

del territorio savonese!


Storia dell'Arte.eu è segnalato da:
 Il Blog dell'Arte