Benvenuti nella Cattedrale di Santa Maria di Nazareth di Orange!

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Per gli amanti dell'arte che si trovano in vacanza nel territorio della Provenza, una tappa obbligatoria è assolutamente la Cattedrale Santa Maria di Nazareth e di Ognissanti ad Orange, che fu costruita tra il 1107 e il 1207 sulle vestigia di una chiesa anteriore.

La direzione del cantiere fu affidata al vescovo Beranger, la cui lapide funeraria fu collocata nel portale sud della Chiesa stessa, proprio in memoria del suo importantissimo contributo nell'edificazione della cattedrale.

Il suo aspetto originale non era molto diverso da oggi: un’unica grande navata con volta ad arco spezzato, un transetto a cupola che poggia su una tomba,un'abside centrale e due laterali, una cappella su entrambi i lati della navata.Tuttavia nel corso dei secoli ha subito alcuni cambiamenti:il campanile, che in origine si trovava sull'abside sud, fu ricostruito nel 1338; dieci anni dopo furono aggiunte due cappelle sotto i gradini che salgono al coro e nel 1547 il portale a meridione venne ristrutturato secondo i canoni dell'epoca, ovvero con un timpano sostenuto da colonne.

Nel 1561 la Cattedrale subisce un enorme sconvolgimento: l’undici novembre, infatti, i calvinisti cercano di impadronirsene e per ostacolarli i canonici murano le porte, ma l'anno successivo la Chiesa viene conquistata dai calvinisti, che nel cimitero danno fuoco alle pale degli altari, alle statue, ai quadri e portano via la fonte battesimale di epoca romana per collocarla in una casa privata dove si trova ancora oggi. Anche l'organo viene saccheggiato , un campanone viene fatto precipitare sulla volta del coro e la Cattedrale è utilizzata per il culto calvinista.

Nel 1584 i cattolici riconquistato Orange e la Cattedrale viene restaurata a spese del principe Filippo Guglielmo di Nassau: la volta del coro è ricostruita, il campanile viene spostato sulla crociera del transetto e la sagrestia viene trasformata in due absidiole.  Nel 1599, terminato il restauro,  la Chiesa viene riconsacrata, ma solo nel 1637 viene installato il nuovo organo.

Nel 1793, in seguito alla diffusione degli ideali illuministi e allo scoppio della rivoluzione francese, parte della mobilità è  distrutta, il coro è  utilizzato come fienile e il resto della Cattedrale diventa “Tempio della Ragione e dell’Essere Supremo"; solo due anni dopo la Chiesa tornerà  al culto cattolico.

Nel 1802, in seguito alla revoca del Vescovato di Orange da parte del Concordato, la Cattedrale diventa parrocchia con a capo il parroco Millet, che la riporta alle condizioni quasi originali.

Oggi pertanto la Chiesa si articola in sette cappelle che si susseguono una dietro l'altra, ognuna delle quali contiene un altare circondato da due dipinti; sulla porta dell'ingresso ovest campeggia una grande vetrata del 1891 che rappresenta il Concilio di Trento del 529. Il coro circonda l'altare maggiore che risale al 1775 e fu donato alla Chiesa da Monsignor du Tillet insieme alle stalle; dietro si erge un'ampia vetrata del 1842 offerta dal conservatore dei musei di Lione, Antoine Artaud.

È davvero una piccola meraviglia che solo la città di Orange poteva ospitare, quindi cosa state aspettando? Fotocamera alla mano, scarpe comode, quest'articolo salvato sul cellulare e pronti a restare senza fiato!

 

 

 

Bibliografia: gli splendidi opuscoli che la Chiesa mette a disposizione di noi visitatori al suo ingresso

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Questo articolo é stato letto: 22 volte
Choose your language!
Arabic Chinese_simplified English French German Japanese Portuguese Russian Turkish
Social

Facebook Wstoriadellarte

Twitter @wstoriadellarte

Instagram @wstoriadellarte_

Youtube wsavonainarte

http://www.wstoriadellarte.eu/new/images/youtube-banner-video.png
Lezioni digitali
http://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/1 rin.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/assss.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/goo.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/i soll.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/immmm.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/or.jpg
Utenti online
 266 visitatori online

Con il patrocinio

della Delegazione di Savona

Sito del FAI di Savona

Ora siamo anche su Youtube!

 

Iscriviti al canale dedicato ai beni culturali

del territorio savonese!


Storia dell'Arte.eu è segnalato da:
 Il Blog dell'Arte