Il turismo giovane in Italia e la disoccupazione giovanile

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

In Italia,vista la crisi,è molto difficile trovare un lavoro con cui mantenersi,specialmente per i giovani. Tra gli studenti aumentano coloro che,per pigrizia,mancanza di denaro o altro,rifiutano di portare avanti gli studi fino all'università e quindi non riescono ad ottenere la laurea. Le università hanno segnalato che il numero di alunni,e di conseguenza di insegnanti,è nettamente diminuito. La carenza di persone con una laurea determina anche una carenza di posti di lavoro,inaccessibili a persone ritenute non idonee a causa della loro poca esperienza e della mancanza di credenziali per essere giudicate e assunte. Secondo l'ISTAT l'indice di disoccupazione dei 15-24enni ad agosto in Italia è stato del 44,2%,escludendo “gli inattivi”,cioé coloro che non sono in cerca di lavoro perché impegnati ancora negli studi o altre ragioni.

Nonostante la difficile ricerca di un lavoro in molti settori,uno di quelli che continua a mantenersi è il turismo. Avere una professione nel turismo è il sogno di molti giovani che amano viaggiare. Essere a contatto con agenzie di viaggi, compagnie aeree, villaggi turistici, alberghi è una prospettiva che appare affascinante e fuori dal comune. Le attività turistiche sono una grande fonte di rendita per l'Italia,viste la varietà di numerose possibili mete che possono essere visitate all'interno della penisola,che includono città artistiche,ma anche centri balneari o località di montagna.

Secondo i dati raccolti dall'Osservatorio Nazionale del Turismo(ONT),la percentuale più alta di turisti provenienti dall'estero in Italia è costituita da americani(10,7%),seguita da , austriaci(9,9%), tedeschi(9,3%), inglesi(7,9%), spagnoli(7%), francesi(5,4%), svizzeri(4,9%), olandesi(4,7%) e giapponesi(3,5%). Tuttavia un'alta percentuale di turisti deriva dagli italiani stessi che viaggiano all'interno della penisola e costituiscono il 10,5% dei turisti totali. Tra queste persone,nel 2010, l'ONT basandosi sui dati ISTAT ha registrato il numero dei 15-24enni che hanno fatto almeno un viaggio,distinguendoli per trimestre. La parte dell'anno in cui sono registrati più viaggi è il periodo estivo,la cui percentuale è del 51,5%. Questo dato è seguito dal trimestre gennaio-marzo(24,5%), quello aprile-giugno(20,8%) e quello ottobre-dicembre(13,6%).

Nel 2011,l'ONT ha fatto un altro sondaggio per verificare quali fossero le mete preferite dai giovani che,nel corso dell'anno precedente,hanno viaggiato in Italia. Questi dati sono stati registrati sia per gli italiani sia per coloro che provengono da stati esteri. Da questo sondaggio è emerso che gli italiani hanno maggiore interesse per le località balneari(60%). A seguirle ci sono le località scelte in base al passaparola(43%),le località scelte per esperienza personale(34,5%),le città d'arte o sede di eventi(20%), le località scelte per indicazioni di operatori in rete(19%), le località di montagna(12,7%), le località lacustri (3,4%), quelle termali (3,3%) e quelle di interesse naturalistico(2,8%). Mentre le mete turistiche predilette dai giovani stranieri sono le città d'arte(40%),le località scelte per consiglio degli operatori in rete(35%) e le località balneari(28%).

Concludendo,il settore turistico è una fonte di lavoro per i giovani vista l'influenza dell'Italia come possibile meta per una vacanza, e quindi è,per coloro che non possiedono un titolo di studio,una notevole possibilità di mantenimento.

 

Questo articolo é stato letto: 104 volte

Leggi anche:

Choose your language!
Arabic Chinese_simplified English French German Japanese Portuguese Russian Turkish
Social

Facebook Wstoriadellarte

Twitter @wstoriadellarte

Instagram @wstoriadellarte_

Youtube wsavonainarte

http://www.wstoriadellarte.eu/new/images/youtube-banner-video.png
Lezioni digitali
http://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/1 rin.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/assss.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/goo.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/i soll.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/immmm.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/or.jpg
Utenti online
 222 visitatori online

Con il patrocinio

della Delegazione di Savona

Sito del FAI di Savona

Ora siamo anche su Youtube!

Iscriviti al canale dedicato ai beni culturali

del territorio savonese!


Storia dell'Arte.eu è segnalato da:
 Estro Barocco.com  Il Blog dell'Arte