Alla scoperta delle grandi Dive del nostro cinema

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

La mostra: "Dive - Donne del cinema italiano"

In questo mese di ottobre, che è un po' il mese del cinema per la città di Roma, e che porterà al grande festival del cinema (dal 28 ottobre), arriva un altro evento: un omaggio per il nostro cinema che ci ha fatto conoscere nel mondo, attraverso le sue protagoniste femminili. I volti delle dive, dal cinema muto ai nostri giorni, diventano un evento grazie alle fotografie conservate presso gli archivi del Centro Sperimentale e della Cineteca Nazionale nella mostra: "Dive - Donne del cinema italiano".

Per la mostra, ideata da Fabio Di Gioia e Antonio Azzalini e allestita presso la sede della nostra prestigiosa Scuola di Cinema, si fa ricorso a grandi e importanti scenografie. Lo si percepisce percorrendo Via Tuscolana a pochi passi da Cinecittà, dove sorge la Scuola che assieme a quella di Leningrado è la più antica del mondo.

La grande facciata del Centro Sperimentale è dedicata a immagini e particolari dei volti delle nostre Dive più amate e conosciute in una scenografia studiata dal maestro degli allestimenti di cinema e Tv, Roberto Ciambrone e costituisce il grande totem pubblicitario della mostra.

Le foto delle dive

Camminando nei bellissimi cortili e corridoi in cui si sono formati registi come Antonioni, e attrici come Clara Calamai, Alida Valli, Claudia Cardinale, ci si imbatte in grandi ritratti, fotogrammi, fotografie di scena e no, colmi di luce e di poesia. Sono le 160 immagini che compongono la mostra ed esposte in grandi quadri che conferiscono la giusta importanza ad una storia che ci onora nel mondo.

In ricordo di Goffredo Lombardo, la mostra si accompagna nelle sue quinte, dai manifesti originali di film prodotti dalla Titanus e che hanno contribuito alla carriera di molte interpreti del nostro cinema.

Le fotografie presentate e elegantemente impaginate, appaiono vive e vicine come non mai, grazie alla particolare tecnica di stampa utilizzata, su materiale trasparente di grande formato. La sensazione che il movimento cinematografico delle scene sia stato fermato solo per un attimo e che debba riprendere da un secondo all’altro è sempre presente e costituisce l’aspetto dinamico dell’esposizione.

Sono 52 le Dive e le interpreti cui la mostra rende omaggio, dal cinema muto a quello contemporaneo, da Francesca Bertini e Eleonora Duse, a Monica Bellucci passando naturalmente dai nomi più conosciuti nel mondo come Loren e la Lollobrigida.

La mostra si articola in 6 sezioni corrispondenti a periodi storici e correnti: il cinema muto, il Ventennio, il Neorealismo, la ricostruzione e il boom economico, gli anni '70-'80 e il cinema contemporaneo.

La mostra, resterà aperta gratuitamente al pubblico presso la sede del Centro Sperimentale in Via Tuscolana 1524 a Roma fino al 5 novembre 2010, nei seguenti orari: dal Lunedì al Venerdì dalle 10.00 alle 16.00 - il giovedì fino alle 22.30. La domenica dalle 9.30 alle 13.30. Ingresso libero.

09 ottobre 2010
Fonte- L'Unità .it
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Questo articolo é stato letto: 947 volte
Choose your language!
Arabic Chinese_simplified English French German Japanese Portuguese Russian Turkish
Social

Facebook Wstoriadellarte

Twitter @wstoriadellarte

Instagram @wstoriadellarte_

Youtube wsavonainarte

http://www.wstoriadellarte.eu/new/images/youtube-banner-video.png
Lezioni digitali
http://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/1 rin.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/assss.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/goo.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/i soll.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/immmm.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/or.jpg
Utenti online
 112 visitatori e 1 utente online

Con il patrocinio

della Delegazione di Savona

Sito del FAI di Savona

Ora siamo anche su Youtube!

 

Iscriviti al canale dedicato ai beni culturali

del territorio savonese!


Storia dell'Arte.eu è segnalato da:
 Il Blog dell'Arte