Buon Compleanno Settimana Enigmistica

Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Il 23 gennaio 1932 veniva pubblicato il primo numero della Settimana Enigmistica al costo di 50 centesimi di lire: 87 anni portati egregiamente! Come tutti i “bambini" dell'epoca è nata in casa:i suoi genitori erano l’ingegnere sardo Giorgio Sisini e Idell Breitenfeld, consorte di origini austriache.

Fu proprio grazie ai viaggi in Austria della coppia che nacque l'idea di importare in Italia un genere (l'enigmistica) ancora sconosciuto nel nostro paese.

È stata la prima rivista enigmistica in Italia e in tutta la sua storia fino ad ora ha mancato a soli due appuntamenti: nel 1943 e nel 1945, a causa della II Guerra Mondiale. In totale i numeri sono più di 4500 e in tutti quelli contrassegnati da un numero pari appare in copertina un personaggio maschile, mentre in quelli dispari uno femminile. Il primo personaggio ad apparire fu Lupe Vélez, un'attrice e ballerina messicana molto famosa all'epoca.

I giochi proposti sono i più vari: dal classico cruciverba alle crittografate o senza schema fino ad arrivare ai più impegnativi come il bersaglio e le cornici concentriche, ma anche quiz e giochi illustrati di svariati generi e difficoltà.

Questo compleanno è però velato dalla scomparsa nei giorni scorsi del suo più famoso vignettista che ha fatto ridere generazioni di italiani, ovvero Mario Bortolato in arte “Bort". Le sue vignette sono sempre apparse nella penultima pagina in basso a destra, sotto il titolo “Le ultime parole famose".

Bort ha disegnato l'ultima vignetta della rubrica nel 2013, ma la pubblicazione dei suoi disegni è continuata fino alla fine del 2016, vista la quantità di materiale a disposizione della Redazione depositato in precedenza. Ha disegnato anche per varie riviste ed è stato autore televisivo per “Drive In"  e “L'altra Domenica" di Renzo Arbore.

La Settimana è  riuscita a stare al passo con i tempi adattandosi anno dopo anno ai cambiamenti storici e modificando la sua veste grafica pur rimanendo sempre legata ai progetti e contenuti iniziali.

E nonostante oggi si possano trovare gran parte delle soluzioni su smartphone e tablet, la Settimana Enigmistica rimane senza dubbio sia un momento di evasione per chi vuole restare tranquillamente da solo, sia uno splendido momento di incontro per famiglie e gruppi di amici di tutte le età pronti a mettersi in gara con ogni tipo di sfida.

Bibliografia:https://www.italiani.it/la-settimana-enigmistica-storia/,https://www.leggo.it/italia/cronache/morto_bort_settimana_enigmistica_parole_famose-4242269.html, http://www.telesanterno.com/23-gennaio-1932-un-nobile-sardo-inventa-la-settimana-enigmistica-0123.html


 

Questo articolo é stato letto: 208 volte

Leggi anche:

Choose your language!
Arabic Chinese_simplified English French German Japanese Portuguese Russian Turkish
Social

Facebook Wstoriadellarte

Twitter @wstoriadellarte

Instagram @wstoriadellarte_

Youtube wsavonainarte

http://www.wstoriadellarte.eu/new/images/youtube-banner-video.png
Lezioni digitali
http://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/1 rin.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/assss.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/goo.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/i soll.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/immmm.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/or.jpg
Utenti online
 177 visitatori online

Con il patrocinio

della Delegazione di Savona

Sito del FAI di Savona

Ora siamo anche su Youtube!

 

Iscriviti al canale dedicato ai beni culturali

del territorio savonese!


Storia dell'Arte.eu è segnalato da:
 Il Blog dell'Arte