Conosciamoli meglio:il denaro

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Il denaro è un “oggetto” di cui usufruiamo quotidianamente per le più svariate azioni: comprare il pranzo, pagare le tasse, acquistare medicinali… ma quanto bene lo conosciamo?

La nostra moneta, come tutti sappiamo, è l'euro nato esattamente 20 anni fa,ma entrato in vigore solo nel 2002, e amministrato dalla BCE (Banca Centrale Europea); ogni banconota è identificata da un numero di serie composto da una lettera, che indica lo stabilimento dove è stata fisicamente prodotta, seguita da undici cifre, che indicano la sua posizione all'interno del foglio in cui è stata stampata.

Se siete dei buoni osservatori, avrete notato che su ogni banconota è raffigurato un ponte. Potreste pensare che siano tutti ponti realmente esistenti, ma in realtà sono frutto della fantasia dal disegnatore Robert Kalina, il quale voleva simboleggiare l’unione fra i vari paesi che compongono la Comunità  Europea. Non sono raffigurati ponti reali per evitare la nascita di nazionalismi o preferenze dovute alla selezione.

Il taglio più diffuso è quello da cinquanta per la carta e il centesimo per le monete.

Ogni banconota  ha 3 sistemi anticontraffazione: la filigrana scura visibile in controluce, la striscia e la placchetta olografica sui due lati, raffiguranti l'euro e il valore nominale, e per ultima la striscia iridescente nella zona centrale del foglio che brilla alla luce se viene inclinato.

Il simbolo dell’euro si ispira alla lettera greca epsilon ε ed è un omaggio alla Grecia in quanto culla della civiltà occidentale ed europea. Le due linee parallele che attraversano il glifo indicano la stabilità della valuta comunitaria.

Il primo oggetto in relazione con il denaro è il luogo in cui custodirlo, che fin da bambini identifichiamo con un salvadanaio a forma di porcellino. Ma perché proprio questo animale? La scelta è forse dovuta ad una assonanza: l'argilla usata in Inghilterra per realizzare i vasi e i cocci realizzati per contenere il denaro nei tempi passati si chiamava pygg, parola che suona proprio come pig, ovvero il maiale in inglese!

Le monete, invece, sono molto più antiche dell'euro, infatti la prima fu coniata in elettro, una lega di oro e argento, nel VII sec a.C. in Lidia, una regione della Turchia, dal re Gige. Il sostantivo moneta, però,  è posteriore: nacque nel 390 a.C. dopo che le oche sacre alla dea Giunone Moneta avvisarono la popolazione romana dell'arrivo notturno delle truppe dei Galli in Campidoglio: moneta, infatti, deriva dal latino moneo, che significa ammonire.

La zigrinatura presente sul lato fu un suggerimento del genio Isaac Newton, il quale sapeva che i truffatori erano soliti “tosare", ovvero raschiare, i bordi delle monete in oro e argento per rivenderlo. Grazie a questo dettaglio la tosatura è subito visibile, ostacolando questo tipo di truffa.

Un'altra innovazione, decisamente più recente, ha coinvolto le banconote: nel 2016 l'Inghilterra ha iniziato a realizzarne con polimeri plastici servendosi di un’azienda italiana di Casale Monferrato.  Sono molto più difficili da falsificare in quanto contengono una finestra trasparente, si piegano senza rovinarsi, non si strappano, si consumano molto meno e per questo sono molto più ecologiche delle precedenti; inoltre, una volta terminata la loro vita da banconote potranno essere riciclate in altri materiali plastici.

Parliamo di denaro ogni giorno, ma abbiamo ancora molto da scoprire a proposito!

 

 

Bibliografia: https://www.focus.it/comportamento/economia/10-cose-che-forse-non-sai-sulleuro, https://www.focus.it/comportamento/economia/moneta-denaro-informazioni-curiosita-storiche, https://www.focus.it/comportamento/economia/cose-che-forse-non-sai-sulle-monete?gimg=57276#img57276,

 

Questo articolo é stato letto: 99 volte

Leggi anche:

Choose your language!
Arabic Chinese_simplified English French German Japanese Portuguese Russian Turkish
Social

Facebook Wstoriadellarte

Twitter @wstoriadellarte

Instagram @wstoriadellarte_

Youtube wsavonainarte

http://www.wstoriadellarte.eu/new/images/youtube-banner-video.png
Lezioni digitali
http://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/1 rin.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/assss.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/goo.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/i soll.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/immmm.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/or.jpg
Utenti online
 121 visitatori online

Con il patrocinio

della Delegazione di Savona

Sito del FAI di Savona

Ora siamo anche su Youtube!

 

Iscriviti al canale dedicato ai beni culturali

del territorio savonese!


Storia dell'Arte.eu è segnalato da:
 Il Blog dell'Arte