Il frappuccino unicorno di Starbucks e il food pensato per Instagram

Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Cambia colore e gusto mentre lo sorseggi. Che sia buono o faccia schifo, postarlo sui social è una tentazione irresistibile.

Schermata 04-2457864 alle 11.14.43

Tu metti nel menù qualcosa di spiccatamente colorato e chiamalo unicorno. Distribuiscilo in edizione limitata ed ecco fatto che avrai una martellante pubblicità gratuita fatta dalla gioia di postare un cibo strano, magico come l’infanzia perduta, sul tuo profilo. Il frappuccino unicorno sta – come previsto – sbancando sui social – più fotografato di una vip in incognito. La bevanda non ha caffeina come il nome potrebbe far supporre, e si presenta con colori accesi che partono solidi ma aspettano solo che la cannuccia li mescoli per creare mille sfumature di Instagram.

 

Sembra la versione pop dell’Unicorn Latte, anch’essa bevanda Starbucks alla moda, che punta tutto su un’altra perversione umana, il salutismo. L’Unicorn Latte vanta spirulina e zenzero, due portentosi super food, ma già un po’ noiosi. Ora è la volta di un unicorno scoppiettante, fatto di rosa shocking e azzurro lapis.

Ma davvero, cosa c’è dentro questa bevanda magica? E di cosa sa? Dentro c’è principalmente crema di latte e sciroppo di mango, colorati di rosa e azzurro come la principessa e il principe della nostra infanzia, ma riassumendo dentro c’è zucchero e poco altro: Buzzfeed ha calcolato 15 cucchiaini di zucchero a tazza, cioè una volta e mezzo l’intero quantitativo raccomandato per un giorno, per un adulto.

Il sapore? Parte dolcissimo e diventa poi un po’ aspro: proprio come la principessa e il principe azzurro della nostra infanzia.

Ma ecco, l’abbiamo detto, una volta che hai in mano quest’oggetto del desiderio social, del gusto non te ne importa niente.

L’impulso principale è arrivare a raggiungere un telefono. Se ci riesci. Chiaramente la stessa Starbucks ha pompato il fenomeno su Instagram invitando i clienti a mettere dei commenti: arrivati, e molto divertenti, quelli che alludono al coma zuccheroso indotto dalla bevanda.

Anche secondo Bustle, comunque, il gusto fa tutto sommato schifo e la bevanda non durerà molto. Beh, ci potevamo scommettere, anche perché è possibile ordinarlo solo in particolari negozi Starbucks di Stati Uniti, Canada e Messico, solo tra il 19 e il 23 aprile.

https://www.wired.it/lifestyle/food/2017/04/20/frappuccino-unicorno-starbucks-instagram/

 

Questo articolo é stato letto: 61 volte

Leggi anche:

Choose your language!
Arabic Chinese_simplified English French German Japanese Portuguese Russian Turkish
Social

Facebook Wstoriadellarte

Twitter @wstoriadellarte

Instagram @wstoriadellarte_

Youtube wsavonainarte

http://www.wstoriadellarte.eu/new/images/youtube-banner-video.png
Lezioni digitali
http://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/1 rin.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/assss.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/goo.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/i soll.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/immmm.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/or.jpg
Utenti online
 189 visitatori online

Con il patrocinio

della Delegazione di Savona

Sito del FAI di Savona

Ora siamo anche su Youtube!

Iscriviti al canale dedicato ai beni culturali

del territorio savonese!


Storia dell'Arte.eu è segnalato da:
 Estro Barocco.com  Il Blog dell'Arte