Il mistero irrisolto di Edgar Allan Poe

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Quasi tutti avrete sentito almeno una volta il nome di Edgar Allan Poe e forse qualcuno incuriosito ha letto uno dei suoi libri, ma quello che è certo è che questo autore è uno dei più acclamati nella storia della letteratura mondiale, per questo nel 170° anniversario della sua morte mi piace ricordarlo in modo che sicuramente asseconda il suo stile: raccontando della sua misteriosa morte, unica, proprio come lui e i suoi racconti.

Il 27 settembre del 1849 decise di andare a Philadelfia per sbrigare alcuni affari, ma non arrivò mai destinazione: fu ritrovato a Baltimora sdraiato nei pressi della sede di un partito repubblicano dal tipografo del Baltimore Sun soltanto sei giorni dopo. Indossava abiti laceri e sporchi, sicuramente non suoi, ed era in uno stato di confusione mentale; l'unica cosa che riusciva a fare era invocare il nome del suo amico ed editore Joseph Snodgrass. Il tipografo lo contattò immediatamente e Poe venne ricoverato al Washington College Hospital; durante la sua permanenza li lo scrittore non uscì mai dal suo stato confusionario e continuava a chiamare un certo Reynold, che nessuno dei suoi cari conosceva.

Quattro giorni dopo, il 7 ottobre 1849 Edgar Allan Poe morì ad appena 40 anni. Inizialmente i medici parlarono di congestione cerebrale o delirium tremens, che erano modi benevoli per dire che la morte era da attribuirsi ad un abuso di alcol.

Tutti i referti medici relativi al ricovero sono andati perduti così come il certificato di morte .

Le teorie sulla sua morte sono molte: alcuni sostengono fosse un alcolista, ipotesi esclusa dopo un test sui capelli che mostrò un'astinenza da alcol da almeno sei mesi; altri che sia stato vittima di cooping, un metodo di frode molto in voga all'epoca in cui agenti elettorali organizzati in vere e proprie bande “rapivano” delle persone, preferibilmente non residenti in città, e dopo averle drogate con narcotici mescolati ad alcol, le portavano in giro nei diversi seggi elettorali, anche cambiandole d'abito, facendoli votare più volte. Poi, una volta smaltita la sbronza, venivano abbandonate per strada; in effetti il 4 ottobre 1849, tre giorni prima della sua morte, si erano tenute le elezioni a Baltimora.

John Evangelist Walsh, uno dei suoi biografi,  avanzò l’ipotesi che lo scrittore fosse stato assassinato da qualcuno della famiglia della sua presunta fidanzata, Sarah Elmira Royster. L’imminente matrimonio con un soggetto considerato piuttosto instabile, sempre in ristrettezze economiche, non era bene accetto ai parenti della ricca vedova, che da adolescente aveva vissuto un breve flirt con lo scrittore. Tuttavia, non esistono prove certe che tra i due esistesse una relazione, né tantomeno un progetto matrimoniale.

Uno degli altri suoi biografi, Oakes Smith, sostenne che in realtà Poe sia stato ucciso dalle percosse subite da un uomo assoldato da una donna molestata dallo scrittore; un'altra teoria invece è l'avvelenamento da metalli pesanti poiché all'epoca di Poe il colera veniva trattato con cloruro di mercurio e lo scrittore ne fece uso, dietro prescrizione medica, durante l’epidemia del luglio del 1849. Il mercurio è altamente nocivo per il corpo umano e secondo alcuni, oltre alla morte, questo potrebbe spiegare le allucinazioni e i deliri che ebbe Edgar Allan Poe nei giorni precedenti la morte.

Il cardiologo del Centro Medico dell'Università del Maryland, Michael Benitez, nel 1996 durante uno studio sulla diagnosi di rabbia partendo dai registri si imbatté in uno scritto in cui un uomo di Richmomd, come Poe, identificato dalle iniziali E.P. morto a causa della rabbia, malattia che porta alla morte dopo quattro giorni, proprio come accadde a Poe. Il medico di Poe scrisse anche che in ospedale Poe rifiutò l’alcol che gli fu offerto e bevve solo acqua con gran difficoltà. Il Dr. Benitez dice che sembra essere un sintomo dell’idrofobia, la paura dell’acqua, classico segno della rabbia.

Questa scoperta inserisce una nuova possibilità sulle motivazioni della sua morte, anche se non potremo mai sapere la verità,  poiché non venne effettuata nessuna autopsia…

Chissà se Edgar Allan Poe avrebbe scritto per sé una morte così misteriosa ??

Bibliografia: https://www.vanillamagazine.it/la-misteriosa-morte-di-edgar-allan-poe-un-mistero-irrisolto-da-169-anni/amp/, https://blog.graphe.it/2016/10/07/edgar-allan-poe-morte, https://edgarallanpoe.it/il-mistero-della-morte-di-edgar-allan-poe/,

 

Questo articolo é stato letto: 11 volte

Leggi anche:

Choose your language!
Arabic Chinese_simplified English French German Japanese Portuguese Russian Turkish
Social

Facebook Wstoriadellarte

Twitter @wstoriadellarte

Instagram @wstoriadellarte_

Youtube wsavonainarte

http://www.wstoriadellarte.eu/new/images/youtube-banner-video.png
Lezioni digitali
http://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/1 rin.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/assss.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/goo.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/i soll.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/immmm.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/or.jpg
Utenti online
 154 visitatori online

Con il patrocinio

della Delegazione di Savona

Sito del FAI di Savona

Ora siamo anche su Youtube!

 

Iscriviti al canale dedicato ai beni culturali

del territorio savonese!


Storia dell'Arte.eu è segnalato da:
 Il Blog dell'Arte