Profilo di Prometeo

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Padre: Il Titano Giapeto oppure, secondo una tradizione secondaria, del gigante Eurimedonte che lo ebbe violentando Era, spiegando così l'avversione di Zeus.

Madre: L'Oceanina Climene, secondo Igino ed Esiodo, o dell'oceanina Asia, secondo Apollodoro.

Fratelli: Epimeteo, Atlante e Menezio

Moglie: Figura il cui nome è solitamente Celeno, pleiade che è normalmente citata in quanto sposa di Poseidone, oppure Climene, che secondo Dionigi di Alicarnasso, non sarebbe la madre ma la moglie.

Figli: Deucalione, Lico, Chimereo, a volte sono aggiunti Etneo, Elleno e Tebe

 

Mito:

(Teogonia)Prometeo, a differenza dei fratelli Atlante e Menezio che fecero parte dell'armata di Titani in guerra contro Zeus e dopo la sconfitta furono puniti da Zeus, non prese parte alla lotta, sapendo grazie al suo intuito della sconfitta di Crono, e convertì alla sua posizione anche il fratello Epimeteo. Tuttavia si trovò comunque in conflitto con Zeus in conflitti intellettivi piuttosto che bellici, poiché ne sfida l'onnipotenza e soprattutto l'onniscienza. Il tema principale di dibattito tra i due riguardava l'umanità, da distruggere secondo Zeus e da salvare secondo Prometeo (il quale, sempre secondo Esiodo, aveva creato gli uomini realizzando delle statue, a cui poi Atena avrebbe soffiato la vita, con la creta di Panopea). Il primo effettivo scontro tra i due avvenne a Mecone (successivamente nota come Sicione) dove uomini e dei si erano riuniti. Prometeo divise un bue in due parti, una con ossa avvolte dal grasso e l'altra con le carni coperte con il ventre della bestia, e disse a Zeus a scegliere una parte e lasciare l'altra agli uomini. Zeus scelse quella con il grasso(secondo Esiodo Zeus sapeva di fare la scelta sbagliata, ma voleva avere un pretesto per scagliarsi contro il genere umano, secondo la tradizione principale Zeus fu effettivamente ingannato) e, dopo aver trovato le ossa, adirato con il genere umano e il suo protettore, tolse agli uomini il fuoco(già utilizzato dall'umanità), lasciandoli a morire di fame e di freddo. Prometeo allora rubò i semi del fuoco al carro del sole e li restituì all'uomo trasportandoli in un gambo di finocchio cavo. Zeus, desideroso di vendetta, creò la prima donna, Pandora, per portare scompiglio all'umanità, mentre Prometeo fu incatenato ad una roccia nel Caucaso e, giornalmente, un'aquila (nata da Echidna e da Tifone) sarebbe venuta a mangiargli il fegato, organo umano capace di ricrescere. Eracle un giorno sarebbe venuto a liberare Prometeo uccidendo l'aquila.

 

(Opere e i giorni) Ci si sofferma maggiormente sulla rabbia di Zeus per l'inganno di Prometeo, in quanto il re degli dei toglie agli uomini oltre al fuoco anche i mezzi per vivere, attribuendo a Prometeo una sorta di colpevolezza per essere intervenuto.

 

(Prometeo incatenato) Prometeo è stato artefice della vittoria di Zeus su Crono e ha portato agli uomini non solo il fuoco, ma anche la civiltà attraverso la conoscenza di matematica, agricoltura, medicina e scienza. Ciò avrebbe quindi salvato l'umanità. Inoltre Prometeo può essere utile a Zeus in quanto sua madre, identificata con Gaia, gli ha parlato di un ipotetico figlio di Zeus che lo detronizzerà, e ciò porterà alla riconciliazione tra il titano e il re degli dei (nelle tragedie perdute di Eschilo). Nella versione eschilea Pandora, figura nata come punizione per le azioni di Prometeo, non è citata in relazione alla sua storia.

 

(Pseudo-Apollodoro) Prometeo ottiene l'immortalità scambiandola con la mortalità di Chirone, colpito da una delle frecce di Eracle coperte del veleno dell'idra. Per smettere di soffrire il centauro chiede di poter morire e perciò avviene lo scambio.

 

(Protagora) In Platone si parla del mito di Prometeo ed Epimeteo in cui i fratelli devono distribuire le qualità alle creature. Epimeteo inizia a distribuirle agli animali, Prometeo, più previdente e già affezionato all'uomo, gli conferisce la memoria e l'intelligenza, rubandole da uno scrigno di proprietà di Atena.

 

Questo articolo é stato letto: 147 volte

Leggi anche:

Choose your language!
Arabic Chinese_simplified English French German Japanese Portuguese Russian Turkish
Social

Facebook Wstoriadellarte

Twitter @wstoriadellarte

Instagram @wstoriadellarte_

Youtube wsavonainarte

http://www.wstoriadellarte.eu/new/images/youtube-banner-video.png
Lezioni digitali
http://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/1 rin.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/assss.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/goo.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/i soll.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/immmm.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/or.jpg
Utenti online
 130 visitatori online

Con il patrocinio

della Delegazione di Savona

Sito del FAI di Savona

Ora siamo anche su Youtube!

Iscriviti al canale dedicato ai beni culturali

del territorio savonese!


Storia dell'Arte.eu è segnalato da:
 Il Blog dell'Arte