Lo Spedale degli Innocenti

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Lo Spedale degli Innocenti

Realizzato tra il 1419 e il 1445 da Filippo Brunelleschi, lo Spedale degli Innocenti manifesta, nella novità e nell'originalità della costruzione anche la  complessa cultura artistica su cui è fondato questo primo monumento di stile rinascimentale. La conoscenza dell'architettura fiorentina medievale dei secoli XI e XII si fonde con quella dell'antichità, ma sempre da un punto di vista tipicamente fiorentino. Al legame con la tradizione, Brunelleschi affianca però caratteri di assoluta novità nel gusto: sono del tutto nuovi il senso di equilibrio, armonia ed eleganza, la leggerezza e l'elasticità delle strutture, la semplicità del disegno lineare e la corrispondenza delle proporzioni e delle distanze.
Il ritmo degli archi, dopo la pausa rappresentata dalla cornice marcapiano, è ripetuto dalle note delle finestre timpanate, secondo una scansione riferita direttamente alla composizione musicale.
Lo sviluppo orizzontale della costruzione è controbilanciata dalla prospettiva scalare dei piani, degradanti in altezza andando da basso verso l'alto.
Altro elemento importante dell'opera e concezione tipicamente rinascimentale è l'intento urbanistico. Tutto il lavoro di progettazione non si è concentrato soltanto sullo studio dell'edificio in sè, ma anche sulla preoccupazione di inserirlo nell'ambiente circostante in modo armonioso, evitando il contrasto netto tra una massa piena e solida e uno spazio ampio e vuoto.
La proporzione tra il volume pieno dell'edificio e il vuoto della piazza si risolve nel loggiato, che fa da filtro e ne permette un'equilibrata compenetrazione. Così piazza ed edificio si definiscono l'un l'altro come due valori opposti, ma perfettamente armonizzati.

 

FONTE: http://www.trool.it/content/lo-spedale-degli-innocenti-0

 

Questo articolo é stato letto: 1247 volte
Joomla SEO powered by JoomSEF