The 15:17 to Paris: l'eroismo raccontato da Clint Eastwood

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

E' giunta oggi alle orecchie dei media la notizia dell'avvio di produzione del nuovo film dell'eterno Clint Eastwood. Il nome del progetto è "The 15:17 to Paris" e racconterà la storia dei tre ragazzi statunitensi che, nell'agosto di due anni fa, riuscirono a disarmare un estremista marocchino su un treno per Parigi evitando l'ennesima strage. La notizia giunge inoltre appena 24 ore dopo la sparatoria sugli Champs Elysées in cui è stato ucciso un poliziotto. Eastwood continua quindi la sua prolifica attività cinematografica; nonostante l'età avanzata di ottantasei anni il regista produce e dirige in media un film all'anno con sempre ottimi risultati. questo nuovo film si inserirà nel mini-filone "eroico" iniziato con "American Sniper" nel 2014 e proseguito nel 2016 con "Sully"; due pellicole che raccontano le azioni eroiche del soldato Chris Kyle e del piloto di aerei civili Sully Sullenberger. i film eroici di Eastwood sono stati acclamati dalla critica grazie alla perfetta presenza di drammaticità, profondità emotiva e autenticità. Il regista/attore statunitense ci ha sempre consegnato un ottima regia e si è dimostrato completamente a suo agio in questo genere di cinema conservando comunque la tendenza a raccontare storie di personaggi comuni e autentici (Million Dollar Baby, Gran Torino). Non si può che attendere con curiosità l'uscita di "The 15:17 to Paris: la sicurezza che Clint Eastwood ci consegnerà una storia avvincente ed estremamente realistica c'è, è interessante il fatto estremamente attuale che verrà raccontato. In conclusione bisogna augurare lunga vita e voglia di fare a uno dei più grandi cinematografi statunitensi che ha ottenuto successo da attore ed ha dimostrato una meravigliosa tendenza alla regia regalandoci molti capolavori.

Matteo Carlevarino

 

Questo articolo é stato letto: 471 volte
Joomla SEO powered by JoomSEF