I giochi più amati di sempre!!

Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 

Ormai il natale è vicino e tutti i bambini hanno già spedito come da tradizione la loro letterina piena di desideri a Babbo Natale; guardando per le strade vetrine luminose e negozi ricchi di giochi mi chiedo quali fossero i regali più desiderati.

Facciamo un passo indietro e partiamo dagli anni ’50.

I bambini chiedevano Lego e Lula-Hoop, la prima è arrivata a creare fino ad oggi 400 miliardi di mattoncini colorati diventando la ditta di giocattoli più grande del mondo, del secondo si calcola che ruotino in giro per il mondo più di 100 milioni di questi cerchi dai colori sgargianti.

Arriviamo poi agli anni ’60 quando nelle letterine dei nostri genitori comparvero per la prima volta le Barbie e le Lavagne Magiche, la prima esce nei negozi americani (successivamente in Italia in compagnia del fidanzato storico Ken) con un costume zebrato disponibile bionda o mora.

Le Lavagne Magiche spopolano alla fiera del giocattolo nel 1959 e sono invenzione dell’ingegnere Andrè Cassagnes.

Proseguiamo il nostro viaggio e andiamo a conoscere Dolce Forno e Atari giocattoli popolarissimi negli anni’70.

Il primo mette ai fornelli migliaia di bambini, il secondo è la prima console di videogame che raggiunge il successo mondiale con il gioco Space Invaders.

I bamini degli anni ’80 non hanno dubbi su qual’è il gioco migliore dell’anno ed eleggono “gioco più desiderato” il cubo di Rubik che nel 1982 registra la vendita di oltre 100 milioni di pezzi.

Negli anni ’90 abbiamo il Gameboy, Tamagotchi e Furby.

Il Gameboyvince il titolo di console più longeva di sempre, la sua produzione durò 14 anni, I tamagotchi sono stati venduti per un totale di 80 milioni di pezzi ma è Furby quello più amato dai bambini infatti muovono orecchie,bocca e pronunciano 800 frasi diverse.

La mia generazione invece fa produrre ai piccoli elfi più di 100 milioni di unità di wii e per 6 anni un numero enorme di Bratz che per poco non supera la Barbie regina indiscussa tra i giochi più amati dalle bambine.

Infine quest’anno i bambini cos’hanno chiesto a Babbo Natale?

Il gioco più richiesto è Hatchimal, un uovo (ruvido al tatto come quelli veri) che accarezzandolo in un tempo che varia dai 10 ai 40 minuti si schiude e dal suo interno sguscia fuori o un piccolo draghetto o un piccolo pinguino.

Fuori dal guscio il piccolo animaletto cresce in 3 stadi: neonato, cucciolo adolescente.

Al passaggio da uno stadio all’altro il piccolo si metterà a cantare “Happy Hatchimal” sbloccando nuovi giochi e funzionalità.

Dopo il Black Friday è stato esaurito in canada, Stati Uniti e Gran Bretagna, il suo prezzo è aumentato del 50% passando da costare 75 auto a 180.

Vittoria Panerai

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Questo articolo é stato letto: 418 volte

Leggi anche:

Choose your language!
Arabic Chinese_simplified English French German Japanese Portuguese Russian Turkish
Social

Facebook Wstoriadellarte

Twitter @wstoriadellarte

Instagram @wstoriadellarte_

Youtube wsavonainarte

http://www.wstoriadellarte.eu/new/images/youtube-banner-video.png
Lezioni digitali
http://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/1 rin.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/assss.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/goo.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/i soll.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/immmm.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/or.jpg
Utenti online
 204 visitatori online

Con il patrocinio

della Delegazione di Savona

Sito del FAI di Savona

Ora siamo anche su Youtube!

 

Iscriviti al canale dedicato ai beni culturali

del territorio savonese!


Storia dell'Arte.eu è segnalato da:
 Il Blog dell'Arte