Canzoni dei papaveri: quando l’arte sopravvive alla guerra

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Intervista esclusiva a Francois Gassion e Katia Krivokonchenco, un duo di pianoforte a quattro mani che hanno suonato ieri pomeriggio presso il Museo d'Arte Orientale Edoardo Chiossone di Genova, per il concerto "Song of poppies", accompagnato dalle poesie interpretate da Ginni Gibboni.

Canzoni dei papaveri: come mai avete scelto questo titolo per il vostro concerto?

Francois e Katia - "ll papavero è un simbolo della prima guerra mondiale, il nostro programma è intorno al poeta brittanico che si chiama Alfred Housman che è molto famoso, abbiamo scelto il simbolo della prima guerra mondiale che è il papavero".

Musiche e poesie della prima guerra mondiale: questo è il tema che avete parlato nei vostri brani?

Francois e Katia - "Sì, sì, assolutamente. Abbiamo scelto,  prima di tutto avevamo incontrato la presidente di un 'associazione, in memoria di Wilfred Owen in Francia, perchè Wilfred Owen è caduto in Francia, ci ha detto che voglio un concerto. Dopo di ché ci siamo chiesti Katia ed io , quali sono gli altri componenti di questo periodo sia prima della guerra, sia durante la guerra, sia dopo la guerra che hanno raccontato quest'atmosfera, quest'epoca".

Qual è il messaggio che avete trasmesso al pubblico con questo concerto?

Francois e Katia - "Noi pensiamo che l'arte sopravvive a tutte le guerre ed epoche e che è molto importante trasmettere con l'arte una specie non di speranza ma un linguaggio, che per noi è molto importante e che vogliamo trasmettere alla nuova generazione, che l'arte è sopra a tutte queste guerre".

Nel 2008 avete formato un duo di pianoforte a quattro mani, ce ne volete parlare?

Francois e Katia - "Abbiamo vinto il concorso internazionale di pianoforte e con questo concorso abbiamo avuto concerti con pianoforte a quattro mani, abbiamo trovato che ci accordiamo molto bene e dopo di ché abbiamo deciso questo duo che è proprio un duo di pianoforte a quattro mani proprio come uno strumento".

Avete partecipato a numerosi festival, in quale città?

Francois e Katia - "Sì, abbiamo suonato in Cina, Pechino, Shangai, tantissime città, anche perchè Katia ha vissuto in cina, abbiamo suonato anche in corea del sud, anche in columbia, e naturalmente in Europa; Salisburgo, Parigi, e alcune città della Francia. In italia due volte, Roma e questa di oggi è la seconda volta".

Grazie, Katia e Francois!

Francois e Katia - "Grazie tante!"

 

Patrizia Gallina

 

 

Questo articolo é stato letto: 48 volte

Leggi anche:

Choose your language!
Arabic Chinese_simplified English French German Japanese Portuguese Russian Turkish
Social

Facebook Wstoriadellarte

Twitter @wstoriadellarte

Instagram @wstoriadellarte_

Youtube wsavonainarte

http://www.wstoriadellarte.eu/new/images/youtube-banner-video.png
Lezioni digitali
http://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/1 rin.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/assss.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/goo.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/i soll.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/immmm.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/or.jpg
Utenti online
 173 visitatori online

Con il patrocinio

della Delegazione di Savona

Sito del FAI di Savona

Ora siamo anche su Youtube!

Iscriviti al canale dedicato ai beni culturali

del territorio savonese!


Storia dell'Arte.eu è segnalato da:
 Il Blog dell'Arte