I Colle der Fomento sono tornati

Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Per chi non li conoscesse ancora, beh si dia una mossa perché il nuovo Album è uscito qualche mese fa e per gli amanti del genere Rap old school è indispensabile averlo nella propria collezione.

Ma prima qualche informazione in più sulla biografia di questo gruppo...

Il Colle der Fomento nasce a Roma nel 1994 dall'incontro di Masito ( al tempo conosciuto come Beffa ) e Danno, due giovani rapper capitolini, con Ice One, figura chiave dell'old school italiana.

Il gruppo esordisce nel 1994 con il singolo Sopra il colle, che viene inserito nella compilation Rap o rap, pubblicata dalla Irma Records cominciando una serrata attività di live, prima a Roma e poi in tutta Italia, imponendosi come nuovo fenomeno nella scena hip hop accanto a grandi nomi già affermati del calibro di Sangue Misto, Frankie Hi Ngr, Otr e Articolo 31.

Il nuovo disco:

"Adversus" arriva a distanza di oltre dieci anni dall'ultimo album dei Colle Der Fomento, "Anima e ghiaccio" del 2007.

C'era proprio bisogno nel 2018 di un nuovo disco dei Colle Der Fomento, il gruppo che tra la fine degli anni '90 e i primi anni Duemila ha scritto alcune delle pagine più significative dell'hip hop nostrano e che poi, dopo aver pubblicato il suo terzo disco, nel 2007, si è rinchiuso in un lunghissimo silenzio discografico? Cavolo, se ce n'era bisogno. Sicuramente, quelli che ne avevano più bisogno erano i fan di un certo modo di fare rap, old school, desiderosi di disintossicarsi un po' dai vari fenomeni che si sono fatti strada da quando il rap, in Italia, è diventato "mainstream" (l'anno che ha segnato lo spartiacque definitivo è stato il 2013, quello del primo primo posto - scusate il gioco di parole - di Salmo in classifica... Ma anche quello del botto di Fedez e della vittoria di Moreno ad "Amici").

Dentro "Adversus" c'è tutto lo spirito che ha sempre caratterizzato le produzioni dei Colle Der Fomento: i suoni e il linguaggio sono gli stessi dei dischi precedenti, spigolosi e diretti, l'attitudine è quella dell'underground.

Il rischio più grande che i Colle Der Fomento con questo disco è quello di far ascoltare al pubblico, nel 2018, un disco che ha il suono e il linguaggio di un disco del 1998. Ma è un rischio che il gruppo corre consapevolmente, per rispondere ai fenomeni del rap di oggi andando a recuperare il suono e il linguaggio del rap vecchia scuola: "Ma io penso diverso, non ubbidisco, esco dal coro", rappano in "Penso diverso". Tornando alla domanda iniziale: cavolo, se c'era bisogno di un nuovo disco dei Colle Der Fomento.

A voi, buoni ascoltatori, lascio i giudizi e le opinioni più disparate,

a Presto, Arianna

 

Questo articolo é stato letto: 162 volte

Leggi anche:

Choose your language!
Arabic Chinese_simplified English French German Japanese Portuguese Russian Turkish
Social

Facebook Wstoriadellarte

Twitter @wstoriadellarte

Instagram @wstoriadellarte_

Youtube wsavonainarte

http://www.wstoriadellarte.eu/new/images/youtube-banner-video.png
Lezioni digitali
http://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/1 rin.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/assss.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/goo.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/i soll.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/immmm.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/or.jpg
Utenti online
 390 visitatori online

Con il patrocinio

della Delegazione di Savona

Sito del FAI di Savona

Ora siamo anche su Youtube!

 

Iscriviti al canale dedicato ai beni culturali

del territorio savonese!


Storia dell'Arte.eu è segnalato da:
 Il Blog dell'Arte