La musica di Avicii non è ancora morta

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

A un anno di distanza dalla morte di Avicii, la sua famiglia ha deciso di dare il via libera alla pubblicazione di un album postumo

A un anno di distanza dalla sua morte, avvenuta il 20 aprile 2018, la famiglia di Avicii ha deciso di condividere con i fan di tutto il mondo la musica contenuta nell’album a cui stava lavorando prima di perdere la vita.

Il prossimo 10 aprile uscirà il singolo “SOS“, mentre il 6 giugno è la data fissata per la pubblicazione dell’album postumo, che sarà intitolato “TIM” (come il vero nome del deejay e produttore svedese: Tim Bergling). I proventi delle vendite del disco andranno alla fondazione no-profit “Tim Bergling”, che si occupa della prevenzione dei disturbi mentali e del suicidio.

Il team di Avicii ha rilasciato un comunicato in merito: «Alla data della sua morte, il 20 aprile 2018, il nuovo album di Tim era quasi concluso. C’erano canzoni quasi finite, con note, email e messaggi sulla sua musica. Gli autori che stavano collaborando con Tim hanno continuato il lavoro iniziato nella maniera più aderente possibile alla visione del nuovo album. Alla morte di Tim, la famiglia ha deciso di condividere la sua musica con i fan di tutto il mondo. Il singolo “SOS” uscirà il 10 aprile, mentre l’album “TIM” il prossimo 6 giugno. I ricavi provenienti dalla vendita dell’album andranno alla fondazione nonprofit Tim Bergling per la prevenzione dei disturbi mentali e del suicidio. Con affetto, Team Avicii».

Già pochi giorni dopo la scomparsa di Avicii, il discografico Neil Jacobson (presidente della Geffen Records) aveva parlato della possibile pubblicazione postuma di un disco del deejay e produttore svedese, chiarendo però che la decisione sarebbe spettata alla famiglia.

Queste erano state le sue parole: «Mi siederò attorno a un tavolo con la sua famiglia e ne parleremo quando tutti avranno un momento di respiro. Non ho mai vissuto una cosa del genere con nessuno degli artisti con cui ho lavorato, men che meno con uno così vicino a me. Quindi, io non so che fare. Proviamo a chiedere consiglio alla famiglia e a mettere assieme le nostre idee per capire ciò che Tim avrebbe voluto che facessimo». A proposito dell’album a cui stava lavorando Avicii prima di morire, il discografico aveva aggiunto: «Ci stavamo lavorando e era il meglio della sua musica dopo anni. Era così ispirato e così entusiasta».

 

https://www.supereva.it/avicii-album-postumo-56221

 

Questo articolo é stato letto: 189 volte

Leggi anche:

Choose your language!
Arabic Chinese_simplified English French German Japanese Portuguese Russian Turkish
Social

Facebook Wstoriadellarte

Twitter @wstoriadellarte

Instagram @wstoriadellarte_

Youtube wsavonainarte

http://www.wstoriadellarte.eu/new/images/youtube-banner-video.png
Lezioni digitali
http://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/1 rin.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/assss.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/goo.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/i soll.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/immmm.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/or.jpg
Utenti online
 137 visitatori online

Con il patrocinio

della Delegazione di Savona

Sito del FAI di Savona

Ora siamo anche su Youtube!

 

Iscriviti al canale dedicato ai beni culturali

del territorio savonese!


Storia dell'Arte.eu è segnalato da:
 Il Blog dell'Arte