“Sono un bambino sporco”

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

bIl Tribunale di Torino ha condannato a un anno e 8 mesi di reclusione i due genitori trovati colpevoli di maltrattamenti ai danni del figlio adottivo. Durante il processo è stato ricostruito il comportamento vessatorio ai danni del figlio, che veniva umiliato e sottoposto quotidianamente a ogni tipo di punizione umiliante.

Il caso più eclatante era stato quello in cui il poveretto aveva dovuto portare al collo un cartello su cui era scritto: “Sono un bambino sporco”. Glielo avevano fatto indossare i suoi genitori adottivi che, ora, sono stati condannati dal tribunale di Torino alla reclusione per maltrattamenti nei confronti del figlio. La vittima oggi ha 17 anni e si trova in una comunità.

Il giovane è nato a Donetsk, in Ucraina. Quando aveva 9 anni era stato affidato alle cure di questa famiglia adottiva che vive in un paese della cintura. Oggi abita in una comunità a seguito di un provvedimento del Tribunale per i Minorenni. Il giudice Antonio De Marchi ha anche condannato la coppia a una provvisionale di 20 mila euro. Sin dall’inizio abbiamo creduto alle parole del ragazzino”, ha detto l’avvocato Emanuela Martini. Era sfuggito alla sorte dell’orfanotrofio in patria, solo per trovare un luogo molto peggiore in Italia, dove ha subito ferite psicologiche che difficilmente si rimargineranno: “I genitori adottivi avrebbero dovuto prendersi cura di lui, invece lo hanno distrutto”.

Il pm Francesco Pelosi, lo scorso gennaio, aveva chiesto una pena di quattro anni per le vessazioni quotidiane e abituali a cui madre e padre hanno sottoposto il giovane. "Non si è trattato di un singolo episodio, di un singolo insulto, di una doccia fredda e delle mutande infilate in bocca per punirlo della pipì a letto”, aveva ricordato durante il processo, “ma di maltrattamenti continui”. “Questa è la storia di un fallimento adottivo, non di violenze in famiglia” replica di Anna Ronfani, avvocato difensore della coppia che ha annunciato l’intenzione di impugnare la sentenza.

 

 

Questo articolo é stato letto: 67 volte
Choose your language!
Arabic Chinese_simplified English French German Japanese Portuguese Russian Turkish
Social

Facebook Wstoriadellarte

Twitter @wstoriadellarte

Instagram @wstoriadellarte_

Youtube wsavonainarte

http://www.wstoriadellarte.eu/new/images/youtube-banner-video.png
Lezioni digitali
http://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/1 rin.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/assss.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/goo.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/i soll.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/immmm.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/or.jpg
Utenti online
 368 visitatori online

Con il patrocinio

della Delegazione di Savona

Sito del FAI di Savona

Ora siamo anche su Youtube!

Iscriviti al canale dedicato ai beni culturali

del territorio savonese!


Storia dell'Arte.eu è segnalato da:
 Il Blog dell'Arte