Fumare accellera il declino mentale?

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Il fumo favorisce il declino cognitivo

Secondo un nuovo studio, fumare accelera la demenza, in particolare negli uomini

Gli uomini che fumano pare siano soggetti a un declino cognitivo più rapido

 

Il declino cognitivo, o più semplicemente la demenza è un problema che sta assumendo proporzioni bibliche con i suoi oltre 36 milioni di persone colpite in tutto il mondo, soltanto nel 2010, e in costante aumento. Le previsioni, poi, non sono affatto rosee visto che si prevede un raddoppio dei tassi circa ogni vent’anni.

La demenza è una patologia che può divenire altamente invalidante e peggiorare in modo drammatico la qualità della vita. Le persone colpite a declino cognitivo – o dalla malattia di Alzheimer – spesso hanno bisogno di assistenza anche solo per espletare le normali attività quotidiane. Va da sé, quindi, comprendere quanto sia importante poter prevenire le varie forme di declino mentale, ma ciò che andrebbe evitato è infine seguire uno stile di vita che possa addirittura favorire lo sviluppo della demenza. Il vizio del fumo, secondo un nuovo studio, è uno di questi atteggiamenti scorretti, ed è stato collegato all’accelerazione del declino cognitivo – in particolare negli uomini.

Il dottor Severine Sabia e colleghi dell’University College London (UK) hanno analizzato i dati relativi al Whitehall II cohort study, basato sui dipendenti del Servizio Civile Britannico, per trovare la possibile associazione tra il vizio del fumo e il declino cognitivo nelle persone, in particolare durante il passaggio dalla mezza età alla vecchiaia.
Le informazioni raccolte riguardavano 7.236 soggetti, di cui 5.099 uomini e 2.137 donne che, alla prima valutazione delle capacità cognitive avevano un’età media di 56 anni.
Di questi, i ricercatori hanno analizzato i dati in base a 6 valutazioni di abitudine al fumo oltre i 25 anni e tre valutazioni circa lo stato cognitivo oltre i 10 anni.

Le analisi condotte hanno permesso di comprendere come il fumo fosse in qualche modo collegato al declino cognitivo, mostrando una significativa differenza tra i vari risultati che, i ricercatori, hanno suddiviso in 4 aree principali.
Questi risultati sono stati pubblicati nella versione online dell'Archives of General Psychiatry (di JAMA) prima della stampa, ed evidenziano come il vizio del fumo fosse associato con un più rapido declino cognitivo negli uomini, rispetto alle donne. E, ancora, che questo declino era più palese nei soggetti che hanno continuato a fumare durante il periodo di follow-up.

Il rischio di declino cognitivo si è mostrato maggiore anche nei soggetti maschi che avevano smesso di fumare ben 10 anni prima della iniziale misura a cui sono stati sottoposti i partecipanti allo studio. Questo handicap si mostrava soprattutto nei test relativi alla funzione esecutiva.
La buona notizia, tuttavia, è che per questi ex fumatori il rischio di declino rapido si è smorzato nel tempo.
Sebbene non sia ancora chiaro il perché le donne siano meno soggette a questo problema mediato dal fumo, i dati mostrano che a esserne più colpiti sono proprio i maschi. Una ipotesi è che loro fumino più delle donne.

«I nostri risultati mostrano che l’associazione tra fumo e cognizione, in particolare in età più avanzata, rischia di essere sottostimata a causa di un rischio maggiore di morte e di abbandono tra i fumatori», scrivono gli autori dello studio.
In sostanza, le cose potrebbero essere addirittura peggio di quanto scoperto dai ricercatori.
Non è un buon motivo per smettere di fumare?

Fonte: La Stampa

http://www3.lastampa.it/benessere/sezioni/salute/articolo/lstp/441587/

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Questo articolo é stato letto: 697 volte

Leggi anche:

Choose your language!
Arabic Chinese_simplified English French German Japanese Portuguese Russian Turkish
Social

Facebook Wstoriadellarte

Twitter @wstoriadellarte

Instagram @wstoriadellarte_

Youtube wsavonainarte

http://www.wstoriadellarte.eu/new/images/youtube-banner-video.png
Lezioni digitali
http://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/1 rin.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/assss.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/goo.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/i soll.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/immmm.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/or.jpg
Utenti online
 390 visitatori online

Con il patrocinio

della Delegazione di Savona

Sito del FAI di Savona

Ora siamo anche su Youtube!

 

Iscriviti al canale dedicato ai beni culturali

del territorio savonese!


Storia dell'Arte.eu è segnalato da:
 Il Blog dell'Arte