L'Europa si inventò le streghe

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Uccidevano le donne perché non riuscivano a spiegare l'inspiegabile della natura. Le mandavano al rogo per dare un colpevole al popolo. Nel solo 1620, in Germania sono morte così 900 donne, accusate di stregoneria e di aver portato quel freddo atroce che gelava i campi e faceva strage di animali e persone.

Alla fine del XVI secolo in Europa il clima impazzì, infatti le temperature in media crollarono di due gradi e l'altezza degli esseri umani scese di due centimetri per la malnutrizione. Nulla era più come prima, né le stagioni né i cicli dei campi. 

Come scrisse nel 1570 il teologo svizzero Heinrich Bullinger: "La primavera quest'anno sembra come l'inverno, fredda e umida, il vino sboccia in modo terribile, e il raccolto è pessimo".

La Piccola Era Glaciale, come venne poi chiamata dalla scienza, colse di sorpresa tutti. Le autorità religiose stabilirono che quei fenomeni meteorologici misteriosi erano una punizione divina e puntarono il dito sulle streghe. In Germania e in Svizzera soprattutto, arsero tra le fiamme migliaia di donne. Il che, evidentemente, non risolse il problema.

La CRISI:

- Pensavano fosse un momento passeggero, ma durò oltre un secolo, molto buio e triste per la popolazione, tanto da definirlo dallo stesso Shakespeare: "Ora è l'inverno del nostro scontento". Eppure da quell'epoca oscurantista in cui si bruciavano le streghe scaturì una nuova società, basata sullo scambio di beni e prodotti, che fu l'inizio dell'Illuminismo e dell'industrializzazione, quindi, per ironia della sorte forse, anche dell'attuale crisi climatica.

Quando, nel XVII divenne chiaro che le streghe al rogo non avrebbero riportato il caldo, la razionalità prese il sopravvento e i pensatori cercarono le risposte sulla Terra.

Le SPIEGAZIONI:

- La scienza non è ancora riuscita a dare una spiegazione esauriente alla Piccola Glaciazione. Una teoria più recente incolpa il massiccio spopolamento dell'America del Nord dopo lo sbarco di Cristoforo Colombo: le epidemie e le guerre portarono a una crescita incontrollata delle foreste, ovvero giganteschi bacini di carbonio che raffreddarono il clima. Da considerare anche il noto Maunder Minimum, che coincise tra il 1650 e il 1715 con la piccola glaciazione, e si tratta di un periodo di attività solare estremamente bassa.

Il COLLASSO:

- La Piccola era glaciale comunque trasformò l'Occidente e plasmò il presente, con l'attuale crisi climatica che porterà a grandi sconvolgimenti, confusione e incertezza...poi, forse, innovazione e sviluppo.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Questo articolo é stato letto: 132 volte

Leggi anche:

Choose your language!
Arabic Chinese_simplified English French German Japanese Portuguese Russian Turkish
Social

Facebook Wstoriadellarte

Twitter @wstoriadellarte

Instagram @wstoriadellarte_

Youtube wsavonainarte

http://www.wstoriadellarte.eu/new/images/youtube-banner-video.png
Lezioni digitali
http://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/1 rin.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/assss.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/goo.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/i soll.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/immmm.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/or.jpg
Utenti online
 146 visitatori online

Con il patrocinio

della Delegazione di Savona

Sito del FAI di Savona

Ora siamo anche su Youtube!

 

Iscriviti al canale dedicato ai beni culturali

del territorio savonese!


Storia dell'Arte.eu è segnalato da:
 Il Blog dell'Arte