La Seconda Guerra Mondiale: Analisi Tecnica

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

La Seconda Guerra Mondiale rinnovò nuovamente le cose attraverso la guerra di movimento, provocando di conseguenza un maggior numero di stati coinvolti nel conflitto e quindi un maggior numero di fronti e di territori in cui si svolsero le operazioni belliche. A permettere la guerra di movimento fu l'impiego di mezzi motorizzati, affiancati da armamenti ulteriormente sviluppati e collaudati nel periodo precedente il conflitto (ossia nelle varie guerre coloniali o nella guerra civile spagnola). Le innovazioni più rilevanti furono l'introduzione di armi semiautomiche, modificate a seconda della zona di combattimento, e la maggior importanza data ai mezzi corazzati e al supporto aereo, punti chiave nell'iniziale trionfo del blitzkrieg tedesco sugli avversari, inizialmente non avvezzi a questa nuova capacità offensiva ma capaci nel corso del conflitto di bilanciare lo sforzo bellico della Germania. Non essendoci più le trincee, mancando quindi un luogo fisso in cui concentrare gli sforzi per abbattere gli eserciti avversari, le varie armate dovettero ricorrere ad artiglierie in grado di colpire il nemico a grande distanza. Di grande utilità furono quindi gli aerei, applicati in vere e proprie operazioni di demolizione tramite bombardamenti di insediamenti sia militari che civili, a seconda dell'importanza strategica. Anche le battaglie navali, contrariamente alla Grande Guerra, furono di vitale importanza, specialmente nell'ambito della campagna nel Pacifico, dove tipico fu l'impiego di gigantesche portaerei, capaci di trasportare un gran numero di mezzi di aviazione per attacchi a lunga distanza, e di incrociatori equipaggiati con cannoni antiaerei in grado di contrastare tali attacchi. Sia l'aviazione che la marina poterono giovare di invenzioni come il radar, il sonar e la radio, ulteriori prove del coinvolgimento della ricerca scientifica nelle operazioni belliche. Il massimo esempio di questo coinvolgimento fu tuttavia la costruzione delle bombe atomiche sganciate sul Giappone, testimone dell'ormai totale assenza del limite tra militari e civili, poiché la guerra ideologica volta alla distruzione dell'avversario non prevedeva più tale distinzione.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Questo articolo é stato letto: 280 volte

Leggi anche:

Choose your language!
Arabic Chinese_simplified English French German Japanese Portuguese Russian Turkish
Social

Facebook Wstoriadellarte

Twitter @wstoriadellarte

Instagram @wstoriadellarte_

Youtube wsavonainarte

http://www.wstoriadellarte.eu/new/images/youtube-banner-video.png
Lezioni digitali
http://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/1 rin.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/assss.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/goo.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/i soll.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/immmm.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/or.jpg
Utenti online
 138 visitatori online

Con il patrocinio

della Delegazione di Savona

Sito del FAI di Savona

Ora siamo anche su Youtube!

 

Iscriviti al canale dedicato ai beni culturali

del territorio savonese!


Storia dell'Arte.eu è segnalato da:
 Il Blog dell'Arte