Quello che non ti aspetti dall'inglese

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

L'inglese è una lingua molto comune, ma ciò non vuol dire che non sia anche molto particolare. Tanto per cominciare, la sua ortografia è completamente opaca: non c’è quasi corrispondenza tra la forma scritta e la pronuncia.


Un parlante nativo di inglese non capirà senza troppo sforzo nessun’altra lingua, come invece a noi parlanti di italiano capita con lo spagnolo, o agli olandesi col tedesco. La lingua più vicina all’inglese è il frisone, che tanto vicina poi non è.


Altra particolarità dell’inglese è il fatto che manchi di genere: molte lingue europee assegnano genere ai nomi, ma l’inglese non lo fa. E ancora: c’è un’UNICA lingua AL MONDO che marca l’accordo del verbo con il soggetto solo alla terza persona. Indovinate quale?

 

 

Ma come mai l’inglese è così strano? In un bellissimo articolo, il linguista americano John McWhorter individua la causa di questa “stranezza” nella storia dell’inglese: innanzitutto il contatto col celtico, che era addirittura a verbo iniziale; poi il contatto con l’antico norreno, che fu meno “invasivo” perché i vichinghi per lo più si sposavano e si stanziavano in Inghilterra.

Ma i vichinghi erano tanti, parlavano tutti l’inglese come seconda lingua (tra l'antico norreno e l’antico inglese c'era mutua comprensione), e quindi “semplificavano” un po’ l’inglese. Dal contatto con il norreno deriva, per esempio, il preposition stranding, cioè il fatto che in inglese le preposizioni si possano trovare in fine di frase: chi hai parlato con? Who did you talk to?


E poi ci fu il contatto con l’antico francese, e il latino, al quale è dovuta, per esempio, la differenza tra l'assenza di slittamento dell’accento nelle parole con suffissi germanici –ful e –ly (WONder > WONder-ful) e la sua presenza nelle parole suffissate con –ity (PERsonal > persoNALity), suffisso francese.

 

La storia della lingua inglese è stata molto accidentata, e questo l’ha resa particolare e interessantissima. Volete saperne di più? L’articolo si trova qui: https://aeon.co/essays/why-is-english-so-weirdly-different-from-other-languages
Buona lettura!

 

Fonte: https://www.facebook.com/linguisticainpillole/photos/a.480302858757196.1073741828.478806708906811/869398709847607/?type=3&fref=nf&pnref=story

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Questo articolo é stato letto: 559 volte

Leggi anche:

Choose your language!
Arabic Chinese_simplified English French German Japanese Portuguese Russian Turkish
Social

Facebook Wstoriadellarte

Twitter @wstoriadellarte

Instagram @wstoriadellarte_

Youtube wsavonainarte

http://www.wstoriadellarte.eu/new/images/youtube-banner-video.png
Lezioni digitali
http://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/1 rin.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/assss.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/goo.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/i soll.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/immmm.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/or.jpg
Utenti online
 78 visitatori e 1 utente online

Con il patrocinio

della Delegazione di Savona

Sito del FAI di Savona

Ora siamo anche su Youtube!

 

Iscriviti al canale dedicato ai beni culturali

del territorio savonese!


Storia dell'Arte.eu è segnalato da:
 Il Blog dell'Arte