Partecipa anche tu all'Earth Hour

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Earth Hour è un inno collettivo alla bellezza e alla fragilità del Pianeta e un grido per fermarne la distruzione.

Il WWF promuove da più di dieci anni una grande mobilitazione internazionale mirata a incrementare la consapevolezza del valore della natura e della biodiversità da parte dell'opinione pubblica in tutto il mondo.

 

Tutto parte da un semplicissimo gesto: spegnere  le luci della nostra casa per un'ora tutti nello stesso momento unendoci per dare al mondo un futuro più sostenibile.

 

La prima edizione fu organizzata nel 2007 e coinvolse la solo città di Sydney ; da allora ha raggiunto quasi ogni angolo del pianeta lasciando al buio i simboli più noti di ogni nazione, come la Tour Eiffel e il Colosseo, per sensibilizzare ognuno di noi sull'importanza del tema dei cambiamenti climatici.

 

Negli ultimi anni le stime rivelano una situazione sempre più drammatica: le specie a rischio estinzione a causa dei cambiamenti climatici sarebbero circa 1 milione. Earth Hour è un’occasione per agire contro la crisi climatica e per affermare che il ripristino dei sistemi naturali è essenziale per contrastare il disastro climatico, così come è necessario accelerare le azioni di decarbonizzazione.

Milioni di persone in tutto il mondo sono invitate a prendere parte agli eventi realizzati in occasione di Earth Hour 2020, e a partecipare alla raccolta firme online “Voice for the Planet”, per unire le voci di tutti in un unico grido per salvare il pianeta. Questa raccolta firme, infatti, sarà poi presentata ai leader mondiali in occasione di forum globali come l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite per contribuire ad assicurare un New Deal for Nature and People, che sappia affrontare la perdita della natura, invertire il declino ambientale, e salvaguardare il nostro futuro.

Fra i numerosi traguardi raggiunti, il movimento ha contribuito alla creazione di un'area marina protetta di 3,5 milioni di ettari in Argentina, di una foresta Earth Hour di 2.700 ettari in Uganda e a far approvare una nuova legislazione per la protezione dei mari e delle foreste in Russia.  L'anno scorso, il WWF-Ecuador ha spinto per una legge che vietasse l'uso di sacchetti di plastica, altri prodotti monouso in plastica e polistirolo nella capitale e il WWF-Indonesia ha iniziato a piantare 20.000 piante di mangrovie in 13 città.

 

 

Per capire quanto la natura sia importante per la vita di ognuno di noi forse sono necessari alcuni numeri: si stima che i servizi forniti dalla natura valgano 125.000 miliardi di dollari l'anno (il doppio del PIL mondiale) e senza queste risorse naturali, le imprese e i servizi da cui dipendiamo falliranno. La natura ci avvantaggia anche fornendoci cibo, acqua e aria pulita, ed è uno dei nostri più forti alleati contro il cambiamento climatico.

 

Quest'anno l'ora della Terra in Italia inizierà alle 20:30 del 28 di marzo e durerà fino alle 21:30, coinvolgendo tutta la nazione e avvicinando tutti noi anche in un momento così difficile che ci costringe a stare fisicamente lontano anche dalle persone che più amiamo.

 

Lo scorso anno l’evento centrale di Earth Hour in Italia si è svolto nella splendida città di Matera. Durante l’ora di buio si sono spente le luci dell’Area San Pietro Caveoso, accompagnate da un’improvvisazione jazz del pianista Danilo Rea e dalla proiezione di immagini della natura sulla Rupe dell’Idris. A coronare l’evento,  si è tenuto il concerto del noto pianista in collaborazione con i musicisti del Conservatorio di Musica E.R. Duni di Matera presso l’Auditorium della città dei Sassi.

Quest'anno il WWF ha richiesto che, come sempre, si spengano le luci esterne del Quirinale, di Palazzo Chigi, di Palazzo Madama e di Palazzo Montecitorio, oltre che la Cupola e la facciata della Basilica di San Pietro al Vaticano.

 

Earth Hour 2020 sarà il primo appuntamento utile per accendere i riflettori sul 'New Deal for Nature and People', "un nuovo modo di pensare il futuro che comprenda obiettivi ambiziosi e indicatori coerenti con il fine di proteggere efficacemente almeno il 30% della superficie del nostro pianeta entro il 2030 giungendo al 50% entro il 2050".

 

Quindi tutti pronti a spegnere le luci, il pianeta aspetta la conferma del nostro impegno nei suoi confronti!

 

 

Bibliografia :http://www.oradellaterra.org/ora-della-terra-wwf/https://www.wwf.it/regioni/?52320/Il-28-marzo-torna-lOra-della-Terrahttps://www.repubblica.it/ambiente/2020/02/21/news/earth_hour_monumenti_al_buio_per_un_ora_nel_nome_del_clima-249186068/

 

Questo articolo é stato letto: 78 volte

Leggi anche:

Choose your language!
Arabic Chinese_simplified English French German Japanese Portuguese Russian Turkish
Social

Facebook Wstoriadellarte

Twitter @wstoriadellarte

Instagram @wstoriadellarte_

Youtube wsavonainarte

http://www.wstoriadellarte.eu/new/images/youtube-banner-video.png
Lezioni digitali
http://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/1 rin.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/assss.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/goo.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/i soll.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/immmm.jpghttp://www.wstoriadellarte.eu/new/images/immagini_plugin_flash/or.jpg
Utenti online
 126 visitatori online

Con il patrocinio

della Delegazione di Savona

Sito del FAI di Savona

Ora siamo anche su Youtube!

 

Iscriviti al canale dedicato ai beni culturali

del territorio savonese!


Storia dell'Arte.eu è segnalato da:
 Il Blog dell'Arte